L'ortopantomografia

Aggiornamento: 28 giu

L'ortopantomografia, chiamata abitualmente ortopantomogramma o radiografia panoramica delle arcate dentarie, è una tecnica radiografica che fornisce, su un'unica pellicola radiografica, un'immagine dei denti, delle arcate dentarie, delle ossa mandibolari e mascellari e dei seni mascellari. Al Centro Andriolo viene utilizzata molto spesso.



Ma a cosa serve l'ortopantomografia?

L’ortopantomografia permette di valutare:

  • la crescita dei denti nei bambini durante l’età dello sviluppo;

  • lo stato di denti e arcate dentarie prima di un intervento odontoiatrico;

  • la presenza di cisti, infiammazioni, granulomi, lesioni ossee e altre patologie che possono interessare le arcate dentarie, che non sono visibili con l’indagine visiva;

  • la presenza di malformazioni che interessano i denti;

  • la morfologia della mandibola, al fine di individuare disfunzioni dell’articolazione temporo-mandibolare;

  • il corretto rapporto fra l’arcata dentaria superiore e i seni mascellari, cioè le cavità che circondano occhi, naso e guance;

  • individuare la presenza di neoplasie della mandibola o della mascella.


La panoramica dentaria è fondamentale per una corretta valutazione clinica sullo stato della dentatura prima di un trattamento odontoiatrico: dopo questo primo esame, il dentista del Centro Andriolo potrà decidere se eseguire eventuali radiografie mirate, come ad esempio una TAC dentale, una radiografia endorale o una teleradiografia del cranio, necessarie per chiarire eventuali dubbi e per una miglior programmazione del trattamento.


Come viene eseguito l'esame?

Non sarà necessaria nessun iter preparatorio. Il tecnico radiologo del Centro Andriolo che effettua l'esame richiederà di togliere tutti gli oggetti metallici, anche protesi dentarie, che potrebbero interferire con l’ottenimento di una buona immagine. L'esame viene eseguito con il paziente in piedi o seduto davanti al macchinario che permette di rilevare le immagini dell’interno della bocca attraverso l’uso di raggi X con basse radiazioni. Durante l'esame viene richiesto di mordere con gli incisivi un punto di fissaggio, così da riuscire a mantenere la posizione corretta e immobilizzare la testa. L’esecuzione dell’ortopanoramica dura tra i 10 e i 15 secondi.


Chi può effettuare l'ortopantomografia?

Sarebbe controindicato per le donne in stato di gravidanza per l'emissioni delle radiazioni e a tutte le persone che non possono rimanere in stato eretto in quanto l’esame necessita di una minima collaborazione da parte del soggetto, che dovrà essere immobile soprattutto durante il movimento dell’apparecchio intorno al capo. Pertanto l’esame talvolta è impossibile nei bambini molto piccoli o nei pazienti affetti da patologie neuro-psichiatriche, eventualmente con tremore anche minimo.


#centroandriolo #tecnologie #ortopantomografia