top of page

Aria fredda e l’ipersensibilità dei denti

Aggiornamento: 15 dic 2020

È arrivato il freddo e con le temperature in ribasso molte persone possono avvertire una maggiore sensibilità ai denti.


Il freddo invernale può causare ipersensibilità dentale

La sensibilità dei denti, nota anche come "ipersensibilità dentinale", è dolore o fastidio ai denti a causa di stimoli, come temperature calde o fredde. La temperatura in bocca cambia costantemente, a seconda di ciò che mangiamo o beviamo, così come dell'aria che respiriamo.


La struttura del dente contiene diversi strati: la dentina si trova tra la polpa piena di nervi e lo smalto protettivo. Contraendosi ed espandendosi al variare della temperatura, sulla dentina si possono sviluppare piccole crepe. Sebbene non influenzino la struttura, le piccole crepe possono causare disagio e provocare sensibilità cronica o solo temporanea.



Cosa causa questa ipersensibilità?

La tua dentina potrebbe essere esposta per una serie di motivi. Le persone spesso consumano lo smalto o soffrono di recessione gengivale e sensibilità ai denti a causa di uno dei seguenti motivi:


  • Malattia parodontale: le malattie delle gengive, del cemento, del legamento parodontale e dell'osso alveolare possono esporre la dentina e causare sensibilità. La gengivite è una delle prime fasi della malattia parodontale.

  • Placca eccessiva: una buona igiene dentale, comprese le regolari igieni professionali, aiuta a rimuovere la placca che si forma sui denti. L'accumulo di placca erode lo smalto dei denti e il dente diventa più sensibile.

  • Spazzolamento troppo energetico o duro: a poco a poco, una spazzolatura eccessiva, o con una testina troppo dura, può consumare lo smalto dei denti e portare alla sensibilità. La soluzione è usare uno spazzolino da denti con setole più morbide e spazzolare più delicatamente.

  • Stringendo e digrignando dei denti: alcune persone possono stringere o digrignare i denti durante il sonno. Questo può consumare lo smalto dei denti e portare alla sensibilità.

  • Carie: la sensibilità al freddo è un segno precoce di un problema di carie dentaria non rilevato. Se si inizia a provare dolore ai denti occorre fare una visita di controllo.

  • Decadimento intorno ai bordi delle otturazioni: nel tempo, le otturazioni possono indebolirsi, fuoriuscire dai bordi o rompersi. Quando ciò accade, i batteri si raccolgono nelle fessure, causando la corrosione dello smalto.

  • Bevande acide: bibite, caffè, tè e altre bevande con un'alta concentrazione di acido, come i succhi, possono erodere i denti ed esporre lo strato di dentina.

  • Abitudini di vita quotidiana: alcune cattive abitudini, ad esempio l’uso del tabacco e una cattiva igiene orale, possono incidere negativamente sulla salute orale e causare la recessione delle gengive. Quando ciò accade, la dentina alla base delle gengive è esposta e può portare a denti sensibili alla temperatura.


I rimedi contro il dolore

  • Non inspirare ed espirare attraverso la bocca, perché mette i denti a contatto con l'aria fredda, e preferire la respirazione nasale.

  • Bere una bevanda calda.

  • Usare un collutorio contenente fluoro due o tre volte al giorno. Il fluoro può aiutare infatti a proteggere i denti sensibili.

  • Considerare l'uso di un dentifricio desensibilizzante.

  • Limitare l’esposizione all'aria fredda. Quando i denti sani si riscaldano, il disagio di solito scompare. Se i denti continuano a fare male, potrebbe esserci un problema più grande, come la carie o le malattie gengivali.


Il clima invernale, con i suoi venti gelidi e freddi, può essere duro per i denti. Per evitare la sensibilità ai denti e altri problemi dentali, la migliore forma di prevenzione è prendersi cura dei propri denti.

Yorumlar


bottom of page