top of page

La rigenerazione ossea

Aggiornamento: 15 dic 2020

Perché è necessario rigenerare l'osso?

Le cause sono multiple: cedimento dell'osso per la rimozione di uno o più denti, infezioni gravi, infiammazioni che si diffondono dalle gengive, o incidenti di varia natura.



Qual è la tecnica usata?

Qualunque sia la causa quando si affronta il problema di "rimpolpare" l'osso la tecnica più comunemente usata è quella tramite l'inserimento di un sottile strato di tessuto all'interno dell'arcata dentale nella zona da trattare, chiamato anche membrana.

Questa può essere o in collagene o in titanio, entrambi materiali totalmente biocompatibili, quindi senza metalli e non dannosi per l'organismo, modellabili in base alla conformità ossea del paziente, e adatti al successivo riempimento con materiale osseo, sia esso naturale o artificiale. E' infatti possibile trapiantare nella bocca anche dell'osso proprio del paziente prelevato da un'altra parte del corpo, ma viene più comunemente usato per questo tipo di interventi il materiale artificiale, per evitare di sottoporre il paziente a due interventi separati.


Ma come avviene il processo di rigenerazione?

Inserita la membrana le cellule dell'arcata dentale la rimodellano fino a includerla nell'osso naturale, che risulta quindi rimpolpato e cresce fino a tornare allo stato originale prima della perdita del dente.

Una volta che l'osso risulti guarito si procede inserendo all'interno dell'arcata gli impianti dentali necessari a sostituire i denti mancanti, che vanno quindi ad attaccarsi al nuovo strato di osso.


La rigenerazione ossea è un intervento chirurgico d'avanguardia e comunque complesso, ma che porta a risultati eccellenti sia dal punto di vista della masticazione che estetico.





コメント


bottom of page