Scopriamo i denti del giudizio

Aggiornato il: apr 29

L’evoluzione della specie umana ci ha portato ad avere le mandibole più piccole. Non avendo più bisogno di masticare cibo crudi o di strappare pezzi di radici, la natura stessa si adegua. Il nuovo modo di vivere sta determinando la riduzione del numero di denti: il Centro Andriolo ha riscontrato spesso, nei giovani, la mancanza di uno o più dente del giudizio.

La maggior parte delle persone, invece, li ha tutt’ora ma in arcate decisamente più ridotte rispetto ai nostri antenati. Ecco perché spesso si “incastrano” e non riescono ad uscire in arcata.

Quali sono i denti del giudizio?

I denti del giudizio sono i quattro molari, detti anche denti posteriori, che erompono verso i 20 anni in ogni lato della bocca.


Le situazioni cliniche riscontrate dal Centro Andriolo

I denti del giudizio potrebbero rimanere sotto la gengiva, senza uscire mai completamente in arcata.

Il Centro Andriolo ha riscontrato queste situazioni cliniche:

  1. dente del giudizio completamente incluso

  2. dente del giudizio parzialmente incluso

  3. dente del giudizio estruso

Il rischio: il dolore causato dalla disodontiasi

Tranne che nel primo caso, in cui il dente è completamente “coperto” dall’osso, può sorgere una sintomatologia abbastanza fastidiosa causata dalla disodontiasi.


Cos’è la disodontiasi?

Un dolore continuo, che interessa le arcate dentali; infezioni; ascessi; mal di testa; difficoltà ad aprire e chiudere la bocca sono solo alcuni dei sintomi che può provocare la disodontiasi. La patologia è causata dalla mancanza di spazio utile sull’arcata dentale per l’eruzione del molare o dall’orientamento scorretto del dente.

Possono inoltre manifestarsi anche delle complicanze infettive riguardanti i tessuti pericoronali: la proliferazione dei germi può infatti provocare infezioni dei tessuti e forti dolori mascellari.


L’importanza della diagnosi

Il “germe” del dente del giudizio inizia a formarsi intorno ai 12 anni: come per tutti i denti, compare per prima la corona, poi, piano piano , si sviluppano le radici, che si completano verso i 18-20 anni.

Il Centro Andriolo suggerisce di eseguire una radiografia panoramica verso i 16-17 anni: è a quest’età che si può già capire se il dente potrà erompere in arcata e se sarà possibile che svolga correttamente il suo lavoro di masticazione.


Nel caso in cui il Centro Andriolo preveda che il dente del giudizio:

  1. possa rimanere incluso

  2. uscire con angolazione scorretta

  3. determinare uno schiacciamento dello spazio gengivale e osseo del dente vicino

  4. rischiare di generare carie e problemi ossei e/o gengivali

I dentisti consiglieranno la sua estrazione.