Apnea notturna: sintomi e cause


Quali sono i sintomi dell'apnea notturna?

Le due tipologie di apnea notturna, apnea ostruttiva del sonno - Obstructive Sleep Apnea (OSA); e apnea centrale del sonno - Central Sleep Apnea (CSA), condividono alcuni sintomi comuni:

  • Respirazione interrotta in cui la respirazione di una persona può diventare affannosa o addirittura fermarsi per un minuto alla volta

  • Eccessiva sonnolenza diurna

  • Mal di testa mattutino

  • Irritabilità

  • Una limitata capacità di attenzione o difficoltà a pensare chiaramente

Molti di questi sintomi si verificano a causa dello scarso sonno e della diminuzione dei livelli di ossigeno che si verificano a causa della respirazione interrotta.

Apnea notturna: i sintomi e le cause

Alcuni sintomi aggiuntivi sono collegati all'apnea ostruttiva (OSA) del sonno:

  • Russare, compreso un russamento particolarmente rumoroso e che comporta il respiro affannoso, il soffocamento o lo sbuffo che può causare un breve risveglio

  • Mal di gola mattutino o secchezza delle fauci

  • Bisogno frequente di svegliarsi per urinare


Il russamento cronico è il sintomo più comune di OSA, ma ciò non significa che tutti coloro che russano dovranno soffrire di apnea notturna. Il russamento non è un sintomo frequente nelle persone con CSA.


In generale, una persona con apnea notturna non è consapevole dei propri problemi respiratori durante la notte. Per questo motivo, spesso scoprono il problema solo da un compagno di letto, un familiare o un compagno di stanza. L'eccessiva sonnolenza diurna è il sintomo più probabile che venga notato da persone con apnea notturna che vivono da sole.


Quali sono le cause dell'apnea notturna?

L'apnea ostruttiva del sonno si verifica quando le vie aeree di una persona si bloccano durante il sonno.

Diversi fattori sono stati trovati che aumentano il rischio di blocco e OSA:


  • Caratteristiche anatomiche. Le dimensioni e il posizionamento del collo, della mascella, della lingua, delle tonsille e di altri tessuti vicino alla parte posteriore della gola di una persona possono influenzare direttamente il flusso d'aria.

  • Obesità. Il sovrappeso è una delle principali cause di OSA e può essere un fattore di rischio sottostante fino al 60% dei casi. L'obesità contribuisce al restringimento anatomico delle vie aeree e la ricerca ha scoperto che un aumento di peso del 10% può equivalere a un aumento di sei volte del rischio di OSA.

  • Uso di sedativi, compreso l'alcol. I farmaci e i farmaci sedativi possono causare il rilassamento dei tessuti della gola, rendendo più facile l'ostruzione delle vie aeree.

  • Storia familiare. Le persone che hanno uno o più parenti stretti con OSA hanno maggiori probabilità di sviluppare OSA da sole.

  • Fumare sigarette. È stato riscontrato che le persone che fumano, in particolare i fumatori accaniti, hanno un tasso di OSA più elevato rispetto alle persone che non fumano.

  • Dormire sulla schiena. Questa posizione durante il sonno rende più facile il collasso del tessuto intorno alle vie aeree e causa blocchi.

  • Congestione nasale. Le persone la cui capacità di respirare attraverso il naso è ridotta a causa della congestione hanno maggiori probabilità di soffrire di OSA.

  • Anomalie ormonali. Condizioni ormonali come l'ipotiroidismo (tiroide ipoattiva) e l'acromegalia (ormone della crescita in eccesso) possono aumentare il rischio di OSA causando gonfiore dei tessuti vicino alle vie aeree e/o contribuendo al rischio di obesità di una persona.


Nella CSA, la respirazione è influenzata in modo diverso rispetto all'OSA. Invece di un'ostruzione che causa interruzioni della respirazione, il problema sorge nel modo in cui il cervello comunica con i muscoli responsabili della respirazione. In particolare, il tronco cerebrale non riesce a percepire adeguatamente i livelli di anidride carbonica nel corpo, portando a una respirazione più lenta e superficiale di quanto dovrebbe essere.


CSA è in genere collegato a una condizione medica di base. Ad esempio, un ictus, un'infezione del cervello o, in rari casi, un tumore al cervello possono danneggiare il tronco cerebrale. Anche gli antidolorifici come gli oppioidi possono interferire con questo normale processo di respirazione.


L'insufficienza cardiaca è considerata un fattore di rischio per la CSA e la CSA può anche insorgere quando i livelli di ossigeno di una persona vengono espulsi perché si trovano ad alta quota.


Per maggiori informazioni vedi il link:

https://www.centroandriolo.it/cura-russamento-e-apnee